Gianni Versace: il 2 dicembre 1946 nasceva uno degli stilisti più amati di sempre

In occasione dell'anniversario della nascita di uno degli stilisti più famosi e amati di sempre, guarda su Dplay Plus il documentario "L'omicidio Versace".

 Uno degli stilisti più famosi e amati di sempre. Una figura sinonimo di glamour, sensualità e potere. Un genio che se n'è andato quando aveva ancora tanto, tantissimo da lasciare in eredità alle generazioni future. Il 2 dicembre 1946 nasceva a Reggio Calabria Gianni Versace. In occasione dell'anniversario della sua nascita, puoi guardare in esclusiva su Dplay Plus il documentario "L'omicio Versace  ". Sono passati 23 anni dal 15 luglio 1997, quando gli fu tolta la vita con due colpi di pistola sugli scalini di Villa Casuarina, la sua incredibile dimora in quel di Miami Beac. Non è però minimamente sbiadito il ricordo di uno dei creativi più talentuosi che il mondo abbia mai conosciuto. Gianni Versace amava dannatamente il suo lavoro e la sua vita. Grazie a lui la moda ha raggiunto un livello superiore, elevandosi ad arte, a teatro, a poesia. È stato l’Elvis Presley delle passerelle, uno dei personaggi più famosi e influenti sul finire degli anni '90, quando il brand Versace valeva ormai cifre stratosferiche.

L'OMICIDIO GIANNI VERSACE: GUARDA IL DOCUMENTARIO IN ESCLUSIVA SU DPLAY PLUS 

Partito da Reggio Calabria, dove faceva l’aiutante nel piccolo atelier della madre, Versace ha trovato il successo a Milano lanciando la sua prima linea indipendente insieme ai fratelli Santo e Donatella e arrivando a vestire chiunque. Basti fare due nomi: la Principessa Diana ed Elton John. Nel 1997 era ormai il re incontrastato della moda, tutto ciò che toccava diventava oro e le sue modelle erano idolatrate. Cinque anni prima della sua morte, nel 1992, decise di stabilirsi a Miami Beach, colpito dal contrasto di culture e dalla quantità di gente che transitava in città. Acquistò una villa fatiscente trasformandola in un autentico paradiso, quasi un castello che svettava su Ocean Drive e in cui viveva con Antonio D’Amico, suo storico compagno conosciuto al Teatro alla Scala di Milano (i due rimarranno insieme per 15 anni). Versace aveva fatto coming out nel 1995, un gesto molto apprezzato dalla comunità gay e che avrebbe segnato un radicale cambiamento. 

VIDEO - CHE NE SARÀ? MODA, INFLUENCER, FUTURO: PARLA SANTO VERSACE

 

 

NON SEI ANCORA ABBONATO A DPLAY PLUS? PROVALO GRATIS! 

La vita dello stilista, nato il 2 dicembre 1946 a Reggio Calabria, si spezzò il 15 luglio 1997, quando aveva 50 anni. Era una mattinata come tante: una passeggiata al bar, un salto a comprare i giornali e poi il rientro a casa. Versace amava camminare e stare tra la gente comune. Respingeva l’idea di farsi seguire da una guardia del corpo nonostante le insistenze della famiglia. 

 

A ucciderlo con due colpi di pistola fu il serial killer Andrew Cunanan, all’epoca tra i maggiori ricercati dell’FBI. Il corpo esanime di Versace, disteso in una pozza di sangue sugli scalini di Villa Casuarina, fu trovato dal compagno e da Lazaro, un loro amico. La corsa in ospedale si rivelò inutile.

 

Immediatamente migliaia di persone iniziarono il pellegrinaggio verso casa di Versace. Tra fiori, messaggi e un mare di lacrime fu subito chiaro il patrimonio lasciato da Gianni Versace. Su Dplay Plus puoi vedere il documentario L’omicidio Versace  che ripercorre la vita dello stilista e affronta un mistero che ancora oggi getta ombra tra le luci delle passerelle.

 

***

 

Scopri Dplay Plus , il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. I primi 14 giorni sono gratis per i nuovi abbonati, provalo subito!