GettyImages-1233451298

Giornata Mondiale del Rifugiato: la storia

Il 20 giugno è la Giornata Mondiale del Rifugiato, ricorrenza annuale creata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di oltre 70 milioni di rifugiati, richiedenti asilo e sfollati nel mondo.

Il 20 giugno è la Giornata Mondiale del Rifugiato, ricorrenza annuale ideata dalle Nazioni Unite con un obiettivo ben chiaro in mente: sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo. Bambini, donne, uomini e anziani costretti a lasciare il loro paese per fuggire da guerre sanguinose, violenze e persecuzioni. Esseri umani obbligati a dire addio ai loro affetti, alla loro casa e a tutto ciò che rappresentava la loro vita per cercare serenità e pace altrove. 

 

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO 2021

 

Come ogni anno è stato scelto un tema per la Giornata Mondiale del Rifugiato. Per l’edizione del 2021 l’UNHCR (l’Agenzia ONU per i Rifugiati) ha deciso di lanciare la campagna Insieme possiamo fare la differenza – Together we can do anything. Uno slogan che intende sottolineare l’importanza della piena inclusione dei rifugiati in qualsiasi ambito della società, dal lavoro allo sport passando per lo studio. Perché il lavoro e la formazione sono fonte di dignità e autostima per i rifugiati e permettono loro di essere indipendenti; lo studio invece li aiuta a pensare a un futuro più roseo e gli fornisce i mezzi per seguire le loro aspirazioni; lo sport è infine fonte di benessere fisico e mentale. 

 

FAKE - LA FABBRICA DELLE NOTIZIE: GUARDA ORA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Chiara Cardoletti, Rappresentante UNHCR per l’Italia, ha dichiarato: “I rifugiati sono studenti e insegnanti, sono atleti, sono cuochi, sono medici e infermieri.  Portano con sé nella fuga un bagaglio di competenze che possono arricchire le comunità ospitanti, diventando risorse preziose per la società e per il bene comune. Il dramma della fuga rappresenta spesso per i rifugiati il motore di una forte spinta a ricominciare. Noi siamo al loro fianco ogni giorno e chiediamo anche alle comunità e ai governi di sostenerli in questo sforzo”.

 

ATTIVA ORA DISCOVERY+

 

Tra i testimonial che insieme a UNHCR promuovono la Giornata Mondiale del Rifugiato ci sono Alessandro Gassmann, Lino Guanciale, Lorena Bianchetti e Mia Ceran. Per quanto riguarda gli appuntamenti in programma, il 18 giugno alle ore 11 ci sarà la consueta conferenza stampa per la Giornata Mondiale del Rifugiato, mentre il 19 giugno a partire dalle 17 si prenderà la scena lo sport con l’Awareness Festival organizzato da Liberi Nantes nell’ambito del progetto Football for Unity finanziato dalla Comunità Europea e guidato dalla UEFA Foundation for Children. A Roma, precisamente nell’impianto sportivo Fulvio Bernardini in Via dell’Acqua Marcia 51, si giocheranno diverse partite di calcio con più di 100 giovani dai 12 ai 26 anni impegnati a dimostrare quanto il calcio possa essere d’aiuto nella promozione dell’inclusione sociale e dell’uguaglianza di genere.

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

Fratelli di Crozza, puntata del 24 settembre: guarda tutte le clip

I più visti su NOVE Discovery+