Giovanni Storti, il 20 febbraio 1957 nasceva l'attore del trio Aldo, Giovanni e Giacomo

Ripercorriamo la storia dell'attore, componente dello storico trio comico con Aldo Baglio e Giacomo Poretti, in occasione del suo 64° compleanno.

Aldo, Giovanni e Giacomo. Tre nomi, una storia di successi. È il trio comico più famoso d'Italia, capace di far ridere intere generazioni. Ma oggi ci soffermiamo su un componente del trio, il cinico per antonomasia nonché l'anima atletica, Giovanni Storti, che il 20 febbraio 1957 compie 64 anni. L'occasione ideale per raccontare la sua storia e guardare su discovery+ "The Best of Aldo, Giovanni e Giacomo". 

 

LA STORIA DI GIOVANNI STORTI, ATTORE DEL TRIO COMICO ALDO, GIOVANNI E GIACOMO

 

Nato a Milano il 20 febbraio 1957, Giovanni Storti prende il diploma in mimo-dramma al Teatro Arsenale e va subito in scena formando un duo con Aldo Baglio chiamato "I suggestionabili". I due si conoscono fin dai tempi dell'oratorio di Sant'Andrea a Milano, ridono per le stesse cose e hanno una visione comune della comicità. Realizzano spettacoli teatrali in serie e si esibiscono in numerosi locali di cabaret. Inizialmente solo a Milano, poi in tutta Italia e anche in Svizzera, dove partecipano spesso a trasmissioni d'intrattenimento. In questo periodo arrivano anche le prime esperienze cinematografiche nel film I promessi sposi e in Kamikazen, diretto da Gabriele Salvatores. La svolta artistica è datata 1991, anno dell'incontro con Giacomo Poretti (in quel momento capovilaggio e parte di un duo cabarettistico formato con l'ex fidanzata Marina Massironi). La scintilla è immediata. Il trio diventa seguitissimo dal grande pubblico che impazzisce per i loro sketch in TV. Indimenticabili quelli a Mai dire gol e Mai dire domenica. L'apice lo raggiungono a teatro, guidati dalla magistrale regia di Arturo Brachetti. Nel 1996 portano in scena I Corti, nel 1999 Tel chi el Telùn, nel 2006 Anplagghed, nel 2012 Ammutta Muddica e nel 2016 The Best of Aldo, Giovanni e Giacomo per festeggiare i 25 anni di carriera del trio. 

 

THE BEST OF ALDO, GIOVANNI E GIACOMO: GUARDALO SU DISCOVERY+

 

Nel mezzo ci sono anche 10 film, di cui Giovanni è spesso anche regista. Spiccano Tre uomini e una gamba (1997), Così è la vita - Una storia vera (1998), Chiedimi se sono felice (2000) e La Leggenda di Al, John e Jack (2002). Al 2008 risale invece l'innamoramento di Giovanni per la corsa. Già, si avvicina improvvisamente al mondo del podismo, grazie al quale gira il mondo, e non lo molla più. Corre in Marocco, Bolivia, Brasile, Stati Uniti, Islanda, Israele, Tunisia, Libano e Lugano. Dal deserto alla montagna, passando per il mare: non c'è superficie su cui non abbia poggiato le scarpe da corsa. Una passione, questa, che lo ispira e lo porta anche a scrivere (a quattro mani con Franz Rossi) tre best seller: "Corro perché mia mamma mi picchia" (2012); "Una seducente sospensione del buon senso" (2015) e "Niente panico. Si continua a correre" (2018). Del 2016 è invece "Tre uomini e una vita. La nostra (vera) storia" scritto insieme ad Aldo e Giacomo. Tifoso sfegatato dell'Inter, pratica abitualmente il Tai Chi nella scuola Chang di Milano. È sposato con Annita Casolo, da cui ha avuto due figlie, Clara e Mara. Il 20 febbraio, come detto, compie 64 anni. Ed è l'occasione per gustarsi nuovamente alcuni degli sketch più esilaranti del trio

 

PROVA DISCOVERY+ 

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

I più visti su NOVE Discovery+