Strage dell'Italicus: era il 4 agosto 1974

Sono passati esattamente 47 anni dalla strage dell'Italicus, un attentato terroristico in cui persero la vita 12 persone. Ricostruiamo quanto successo.

La notte del 4 agosto 1974 è apena iniziata. Il treno Espresso 1486 "Italicus", diretto a Monaco di Baviera, sta transitando nei pressi della stazione di San Benedetto Val di Sambro. Ma all'uscita dalla "Galleria degli Appennini" il suo viaggio viene interrotto bruscamente. Il mezzo viene infatti travolto da un'esplosione provocata da un ordigno ad alto potenziale. Viene investita soprattutto la quinta vettura del treno. Scoppia immediatamente un incendio di vaste proporzioni. Un guasto meccanico? No, è un attentato che toglie la vita a 12 persone e provoca decine di feriti.  

 

STRAGE DELL'ITALICUS: ERA IL 4 AGOSTO 1974

 

L'attentato viene rivendicato con un volantino che recita: "Abbiamo voluto dimostrare alla nazione che siamo in grado di mettere le bombe dove vogliamo, in qualsiasi luogo, dove e come ci pare. Seppelliremo la democrazia sotto una montagna di morti". Nei mesi successivi prendono il via i vari processi sulla strage. Tutti gli imputati appartengono a gruppi dell’estremismo di destra aretino e inizialmente vengono assolti per insufficienza di prove. Poi però ricevono una condanna in appello prima della definitiva assoluzione datata 1993. Ma uno degli imputati, nel bel mezzo delle indagini sull'attentato, si rende colpevole degli omicidi a colpi d'arma da fuoco del brigadiere Leonardo Falco e dell’appuntato Giovanni Ceravolo (e del ferimento di un terzo poliziotto) che erano impegnati nella perquisizione del suo appartamento. Non solo. 

 

SOTTO ATTACCO: GUARDALO ORA SU DISCOVERY+ 

 

È sempre lui il killer di uno degli imputati condannati in primo grado per la strage di Piazza della Loggia a Brescia. Un estremista che proclamava la necessità di portare avanti una "lotta nazionale rivoluzionaria volta a disarticolare il sistema". E proprio a lui diranno di ispirarsi i “Nuclei Armati Rivoluzionari” (NAR), gruppo di destra eversiva che vedrà la luce negli anni seguenti. Il processo sulla strage dell'Italicus si conclude di fatto senza colpevoli, ma la Corte di Cassazione stabilisce che ad aver organizzato l'attentato all'Italicus sono stati gruppi eversivi della destra neofascista. A una conclusione analaga giunge la Relazione di maggioranza della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla loggia massonica “Propaganda 2” (più nota come “P2”), richiamata anche in elaborati della Commissione parlamentare di inchiesta sulle stragi. 

 

ATTIVA DISCOVERY+ 

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

Il contadino cerca moglie: guarda tutti i video!

I più visti su NOVE Discovery+