Tanti auguri ad Alessandro Cattelan! Guarda la sua intervista a Lights, Camera, Revolution

In occasione dei 41 anni dell'intervistatore più amato d’Italia, guarda l'intervista che ha rilasciato a Michele Dalai nello studio di Lights, Camera, Revolution.

È possibile intervistare il più amato intervistatore d’Italia? Ce l’ha fatta Michele Dalai nello studio di Lighs, Camera, Revolution. Con una carriera televisiva in ascesa da anni, Alessandro Cattelan si è messo a nudo per farci conoscere ciò che ancora non sappiamo di lui. E l'11 maggio è l'occasione ideale per guardare questa intervista. Il motivo? Alessandro Cattelan, nativo di Tortona, è nato proprio l'11 maggio 1980 e oggi compie quindi 41 anni. Tanti auguri Alessandro! 

 

TANTI AUGURI AD ALESSANDRO CATTELAN! GUARDA LA SUA INTERVISTA A LIGHTS, CAMERA, REVOLUTION 

 

"Se è vero che non mi piace essere intervistato? Il fatto è che non credo di avere grandi cose da dire". Esordisce così Alessandro Cattelan, che poi prosegue: "Non credo nelle mie risposte... Quando vedo delle interviste e ascolto le risposte, mi sembra sempre che ci sia una sovrastruttura esagerata, che si cerchi sempre di dare il meglio ma non nel modo giusto. Per me il modo giusto non è cercare di apparire più intelligenti, più profondi e più impegnati di quello che siamo. Anzi, credo che la maggior parte delle persone riesca a dare il meglio quando si avvicina il più possibile a quello che è davvero, cioè stupida. E parlo ovviamente anche di me. Non abbiamo da esporre grandi concetti o grandi pensieri, e se li abbiamo è giusto veicolarli con tranquillità. Non stiamo dicendo la cosa più importante del mondo ogni volta che parliamo, non abbiamo sempre un messaggio fondamentale da mandare". 

 

LIGHTS, CAMERA, REVOLUTION: GUARDA TUTTE LE INTERVISTE SU DISCOVERY+ 

 

Alessandro Cattelan è uno che dà l'impressione di essere in totale controllo e completamente a suo agio quando è in velocità. Quasi come se temesse di rallentare e far passare delle emozioni. Alessandro commenta: "È vero, è un po' il mio modo di parlare. All'inizio della carriera mi facevano incazzare tantissimo quelli che mi dicevano di rallentare e parlare più piano. Anche perché accadeva in un momento in cui non credevo che questo potesse diventare il mio lavoro, all'epoca volevo fare il calciatore. Questo è il mio modo di parlare e sì, parlo veloce. Se vi piace, bene, altrimenti cercate uno che parli più piano. Poi è vero che si innesca un altro meccanismo, ovvero che quando hai a che fare con qualcosa che ti imbarazza, tendi ad andare più velocemente possibile. Io di indole non mi rispecchio spesso in quello che mi vedo fare o faccio. Per cui meno mi sento a mio agio e più tendo ad aumentare i giri, perché so che lo so fare e così esco da una situazione di disagio. E credo di essere in un momento della mia vita in cui sto rallentando. Da ragazzino mi imbarazzava qualunque cosa e andavo molto più veloce". L'intervista integrale di Michele Dalai ad Alessandro Cattelan nello studio di Lights, Camera, Revolution la trovate in esclusiva su discovery+!

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

Fratelli di Crozza: guarda tutte le clip

I più visti su NOVE Discovery+