download - 2021-01-14T092356

Tragedia di Rigopiano: era il 18 gennaio 2017

Il 18 gennaio 2017 una spaventosa valanga spazza via l'Hotel Rigopiano di Farindola, in Abruzzo. Le vittime sono 29, 11 i sopravvissuti. Guarda su discovery+ il documentario esclusivo.

Il 18 gennaio 2017, dopo giorni nevicate senza precedenti e un susseguirsi di scosse di terremoto, una spaventosa valanga spazza via l'Hotel Rigopiano di Farindola, in Abruzzo. Le vittime sono 29, 11 i sopravvissuti. Si tratta della tragedia più grave causata da una valanga avvenuta in Italia dal 1916. A distanza di quattro anni esatti da quel giorno, potete guardare su discovery+ il documentario esclusivo "Rigopiano: voci dal gelo" che racconta, minuto per minuto, la tragedia attraverso le voci di chi l’ha vissuta in prima persona.

 

RIGOPIANO: VOCI DAL GELO. GUARDA IL DOCUMENTARIO SU DISCOVERY+ 

 

Sono le ore 17 del 18 gennaio 2017. Una valanga composta da oltre 120mila tonnellate di neve si abbatte sull'Hotel Rigopiano alla velocità di 100 km/h. È una tragedia. Ma torniamo indietro di qualche ora. L’Abruzzo, come gran parte dell’Italia, è messo in ginocchio da una nevicata senza precedenti: sono caduti più di due metri di neve in poco tempo. Le chiamate di soccorso sono migliaia, il sistema di emergenza va immediatamente in affanno. Ci sono interi comuni rimasti senza elettricità, famiglie bloccate in casa  e persone disperse. La situazione è critica anche nell’Hotel Rigopiano, resort di lusso che si trova a 1200 metri di altezza sul versante pescarese del Gran Sasso. In quei giorni ci sono 40 persone: 28 ospiti (tra cui quattro bambini) e 12 dipendenti. La struttura invia una mail alle autorità in cui esprime tutta la propria preoccupazione. Tra le chiamate che emergeranno successivamente c’è anche quella del cameriere Gabriele D'Angelo che telefona ad amici e parenti manifestando tutta la sua paura. La sorella di Roberto Del Rosso, proprietario del resort, va invece di persona in Provincia per chiedere aiuto. 

 

PROVA GRATIS DISCOVERY+ 

 

Niente da fare, le richieste rimangono inascoltate e così tutti restano bloccati in albergo in attesa che uno spazzaneve arrivi e liberi la strada. Ma i mezzi sono tutti impegnati altrove e all’Hotel Rigopiano non ne arriverà nessuno. Il 18 gennaio gli ospiti sono nella hall dell’Hotel con le valigie fatte, pronti per tornare a casa viste le terribili condizioni meteorologiche. Ma alle ore 17 una devastante valanga spazza letteralmente via l'albergo e lo sposta di dieci metri. Alle 17.40 Giampiero Parete, cuoco di Montesilvano, chiama il suo datore, Quintino Marcella, per dare l'allarme. Incredibilmente Marcella non viene creduto e viene liquidato da una funzionaria della Prefettura di Pescara con la frase "la mamma degli imbecilli è sempre incinta". Alle 19, due ore dopo la valanga, Parete riesce a contattare il 118 e finalmente i primi soccorsi si mettono in moto. La colonna dei soccorritori arriva con immensa fatica solamente 12 ore dopo che l’hotel è stato cancellato dalla neve. I primi a essere salvati sono Giampiero Parete e Fabio Salzetta, che si trovavano fuori dalla struttura e sono in stato di ipotermia. Alla fine le vittime saranno 29 e 11 i sopravvissutiRicostruiamo quanto accaduto quel giorno grazie al documentario disponibile su discovery+ dal titolo “Rigopiano: voci dal gelo”.

 

***

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

L'Assedio: guarda tutti i video!

Ultimi episodi Discovery+